Info e prenotazioni

Scopri di più sulla promozione: chiama 349 734 7803 Paola Arbini

Origine storica

L’antico massaggio Nuad Bo-Rarn affonda le sue radici in tempi remoti in Oriente, ma ancora oggi è una pratica medica diffusa principalmente nei templi e monasteri del nord della Thailandia.

Si crede che il leggendario fondatore del Thai Massage sia stato un medico, contemporaneo del Buddha, proveniente dalle regioni nord dell’India. Conosciuto con il nome di Shivago Komarpaj o Jivaka Kumar Bhacca fu un profondo conoscitore dei rimedi erboristici e delle proprietà dei minerali a cui affiancò lo studio di tecniche manipolative sul corpo di pressione e allungamento codificando il Thai Massage Medico del ‘sangha’, l’ordine dei medici buddisti. Ancora oggi Shivago è rispettato e onorato come il padre della Medicina Thai.

Per saperne di più

Dal contatto con le differenti tradizioni mediche dei popoli incontrati durante i suoi pellegrinaggi, viene approfondita la conoscenza della Medicina Ayurvedica praticata in India e della Medicina Tradizionale Cinese. Nel Massaggio Thai si possono riconoscere le influenze ayurvediche nelle tecniche che fanno assumere al ricevente alcune  posizioni, o asana, dello Yoga. Altri principi del Massaggio Thai si ricollegano agli strumenti terapeutici del Tuina e della Medicina Tradizionale Cinese: in primo luogo vengono descritti i sen o canali attraverso i quali circola l’energia vitale dell’individuo, che sono riconducibili ai meridiani della MTC. Molti punti usati nell’agopuntura tradizionale e i principi di riequilibrio energetico sono simili, anche se vi sono sostanziali differenze nella manualità e modalità di intervento.

Il trattamento si basa principalmente sul flusso del respiro e su principi di palmopressione e digitopressione utilizzando anche i gomiti, le ginocchia e i piedi oltre che le mani combinandole a tecniche di stiramento e allungamento molto vicine allo yoga passivo. L’obiettivo è sciogliere le tensioni e i blocchi rilasciando le strutture mio-fasciali muscolo-scheletriche e viscerali, liberando le articolazioni e aprendo i canali energetici per riportare equilibrio psicofisico e un profondo benessere.

 

Share This