Scopri il potere dei nostri pensieri

Corso teorico / pratico per imparare a conoscere la propria mente, a misurarsi con i propri limiti, ad apprendere tecniche per migliorarsi.

A partire dal 13 Settembre ogni Mercoledì dalle 19 alle 21 riprende l’appuntamento con questo fantastico corso per migliorare la tua mente e vivere in pace con te stesso accompagnato dal dottor Bracciodieta, psicologo e psicoterapeuta. Il costo è di 70 € al mese.

Chiama ora per prenotarti al 347 – 119 4885.

Il beneficio principale è l’equilibrio psico-fisico e…la felicità duratura.
Si rivolge a tutte le persone che vogliono vivere una vita degna di essere vissuta.

La palestra della mente è un luogo “non luogo” dove tutti hanno la possibilità d’imparare a conoscere la propria mente, a misurarsi con i propri limiti, ad apprendere le tecniche per migliorarsi.

Per ottenere tutto questo è necessario allenare la mente come il corpo per prevenire situazioni dolorose e capire come mai alcune situazioni che rifiutiamo si ripetono.

Quando ci troviamo di fronte ad un problema, i nostri pensieri su di esso si trasformano velocemente in credenze, che diventano abitudinarie, se non facciamo attenzione. Queste credenze hanno conseguenze che possono avere ripercussioni sul nostro sentire e sulle azioni che decidiamo di intraprendere. Imparando a modificare tali convinzioni è possibile trasformare i pensieri da negativi a positivi.

Inoltre, consideriamo il fatto che le nostre convinzioni e le nostre emozioni hanno ripercussioni su tutte le cellule; il modo in cui parliamo a noi stessi ha la sua importanza; i nostri pensieri contengono un potenziale di guarigione maggiore di molte delle più grandi scoperte del nostro tempo.

Mai come in questo momento storico tutti noi vogliamo stare bene e dimostriamo una grande apertura verso la ricerca di modi nuovi di vivere il benessere, l’equilibrio psico-fisico e…..la felicità duratura, quella profonda, quella che resiste ai condizionamenti degli altri ed alle difficoltà della vita.

Ma la felicità è duratura? Ed è possibile abituarsi ad essere felici?
SI E’ POSSIBILE!!!!

Il dottor Bracciodieta è direttore della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia PNLt, Trainer di Ipnosi Regressiva ed Ericksoniana, Supervisore in E. M.D.R. (Eyes Movement Desensitization and Re-processing), Facilitatore Sistemico familiare, Trainer di Programmazione Neuro Linguistica.

Ecco uno stralcio dall’intervista al dottor Bracciodieta svolta in occasione della presentazione avvenuta presso la libreria Ubik di Savona:

“Il risveglio dell’eroe dentro di te”  Viaggio alla scoperta di te stesso e dei tuoi talenti.

Come possiamo affrontare la paura ed evitare che domini molti aspetti della nostra vita?

La paura ci fa stare male, così spesso la neghiamo o ignorandola o cercando di nasconderla con delle compensazioni.

E come possiamo fare per non ignorare o scappare dalle nostre paure?

Innanzitutto, è necessario affrontare tutte le nostre paure; poi, sembra assurdo, ma dobbiamo  cercare di fare amicizia, esplorandole e portandole allo scoperto, in modo che possano diventare una grande forza per il cambiamento.

Quali sono le paure più ricorrenti?

Sono quelle paure molto profonde legate alla sopravvivenza.
Temiamo di non guadagnare abbastanza soldi e  di non essere in grado di provvedere al nostro mantenimento.
Tremiamo alla sola idea di non essere amati, di essere respinti.
Abbiamo paura di confrontarci con qualcuno, di non sapere chi siamo, di essere insignificanti.
E, alla base di tutto c’è sempre la paura del vuoto e della morte.

Ho sentito parlare del  “ Bambino interiore ferito “, secondo lei ha un ruolo nelle nostre paure?

Moltissimo, perché le paure del bambino interiore rappresentano il punto di partenza per guarire dai traumi vissuti durante l’infanzia. Infatti, possiamo raggruppare le paure del Bambino Interiore ferito in quattro Grandi Paure:
la paura del rifiuto e dell’abbandono
la paura delle pressioni e delle aspettative
la paura di non avere spazio, di essere fraintesi o ignorati
la paura di essere abusati, violati fisicamente o energeticamente;

Ma da dove viene la paura?

Sicuramente, lasciare il grembo materno nel modo in cui la maggior parte di noi nasce, ci spaventa non poco e rappresenta un trauma che ci portiamo dietro anche nell’età adulta.

Poi, consideriamo che da piccoli avevamo profondi bisogni di sopravvivenza e d’identità che quasi  mai sono  stati soddisfatti, così abbiamo perso fiducia negli adulti.
I nostri bisogni di protezione e di approvazione, di amore tenero e incondizionato non hanno trovato risposta.

Quindi, mi sta dicendo che dobbiamo accettare le paure?

Si, inizialmente dobbiamo riconoscere, accettare e dare spazio a queste paure, cercando di evitare soprattutto la paura di essere vulnerabili.
Spesso la nostra vulnerabilità è stata così danneggiata che ci ritroviamo separati dalle nostre sensazioni.

E, se le affrontassimo?

Per affrontare le paure è necessario guarire, prima di tutto la nostra “vergogna”, che ci toglie il nostro potere e ci priva della capacità di impegnarci a vivere con coraggio, gioia e creatività.

Quando parla di vergogna, cosa intende precisamente?

Quando siamo piccoli, ciò di cui abbiamo bisogno per sviluppare la fiducia ed il rispetto di noi stessi è uno specchio positivo: qualcuno che ci aiuti a vedere e sentire chi siamo.

E quando, invece, siamo fusi in un crogiuolo di aspettative e proiezioni degli altri, copriamo il nostro nucleo essenziale di amor proprio,entusiasmo, autenticità con tanti dubbi sulle nostre possibilità e ci autosabotiamo, ritrovandoci avviluppati in una coltre di vergogna.

Fondamentalmente, sentiamo che dentro di noi c’è qualcosa di sbagliato, una sensazione interiore di umiliazione e perdiamo il contatto con le nostre energie vitali.
Se non riceviamo un “riflesso” amorevole, qualcosa dentro di noi comincia a ritirarsi e, invece di fluire con autenticità nella nostra energia, diventiamo timidi, confusi e insicuri.
Inoltre, la vergogna crea profonde convinzioni negative su noi stessi e sul mondo in generale.

Come possiamo guarire dalle ferite della vergogna?

E’ necessario cominciare a sentire le sottili sensazioni corporee che ogni emozione risveglia, osservare cosa le scatena ed in che modo, vedere come esse influenzano la mente, notare cosa fanno alla nostra energia, notare il nostro attaccamento alla gioia ed al piacere ed il nostro rifiuto della rabbia e del dolore, osservando come cambiamo in  ognuna di queste fasi.

Quindi, l’eroe che è in noi non ha paura?

Sicuramente, l’Eroe ha tutte le risorse necessarie per affrontare le sfide e superare le paure che la vita gli pone dinanzi.

E’ possibile seguire dei seminari o corsi per affrontare queste paure?

Certamente si, prossimamente terrò dei corsi a Savona
“La palestra della mente” è un percorso  che prevede un incontro settimanale e, come in una palestra, ci alleniamo ma … alla felicità.
“Il risveglio dell’eroe dentro di te”,  è un seminario, un viaggio  alla scoperta di se stessi  e del proprio potenziale.
Ancora in cantiere un seminario dal titolo : “ A tu per tu con la paura “, dalla dipendenza alla libertà.

Salva

Share This